Interessante

Come pulire e mantenere gli strumenti musicali

Come mantenere e prendersi cura del suo strumento musicale : pianoforte, piatti, ottoni, clarinetto, violino, violoncello e chitarra.

come mantenere uno strumento musicale

Pianoforte

Pulisci un pianoforte utilizzando una pelle di camoscio o un panno in microfibra leggermente umido.

Non utilizzare mai solventi per pulire la tastiera di un pianoforte.

Basta un panno imbevuto di acqua saponosa da strizzare.

È uno specialista, e lui solo, ogni 4 o 5 anni, che se ne deve occupare manutenzione del pianoforte : tavola armonica, meccanica, archi e pioli.

Falene al pianoforte

Se non usi spesso il pianoforte, potresti ritrovarti a sistemarti lì falene.

Per evitare questo problema, si consiglia di far scorrere un blocco di repellente per le tarme all'interno della meccanica.

avvertimento

Un pianoforte non è un semplice mobile, è fragile quindi:

- Non mettiamo mai piante, vasi di fiori, tazze di caffè e bicchieri pieni un pianoforte... Un incidente accade così in fretta!

- Posizioniamo un pianoforte ad almeno 2 metri da qualsiasi fonte di calore, a più di 20 cm dal muro… e mai in prossimità di una finestra, soprattutto se esposta alla luce solare diretta.

Un pianoforte soffre di sbalzi di temperatura:

- La temperatura ideale della stanza in cui si trova il piano non deve raggiungere più di 22 ° e mai meno di 16 °.

- L'umidità è lpiano incubo.

L'idrometria ideale della stanza dovrebbe essere compresa tra il 50 e il 60%.

Si consiglia quindi di acquistare un igrometro e un umidificatore elettrico.

Piatti

Se desideri estendere la durata di i tuoi piatti, devono essere mantenuti passandovi sopra un panno morbido e pulito dopo ogni utilizzo, prima di riporli nelle loro custodie.

È anche consigliabile pulirli strofinandole regolarmente sia con panni imbevuti di prodotti tipici detergente per rame, prodotti disponibili presso rivenditori specializzati di batterie o con aceto leggermente diluito in acqua.

Ricorda di asciugare accuratamente piatti.

Per evitare di raccogliere lo sporco depositato, è preferibile utilizzare più stracci.

come mantenere pianoforte, ottoni, clarinetto, violino, violoncello e chitarra

Ottone

Possiamo lavare i beccucci ottone in poca acqua saponosa, sciacquare e poi asciugare con molta attenzione.

È imperativo pulire l'interno ottone con pennelli e stracci e pennarelli asciutti e umidi con carte speciali.

Una volta alla settimana si consiglia di oliare i pistoni del ottone prima di giocare.

Versiamo qualche goccia sulle dita e le passiamo su tutta la superficie del pistone.

Anche le diapositive di correzione e le pompe devono essere ingrassate.

Pulisci il boccaglioottone utilizzando uno spazzolino conico e la ciotola con un panno leggermente inumidito con acqua saponosa.

avvertimento
Soprattutto, non utilizzare un prodotto abrasivo destinato all'argenteria su strumenti laccati.

Clarinetto

Vostro clarinetto non si ossida se, dopo ogni utilizzo, si puliscono i tasti con un panno pulito e asciutto. Evitare prodotti solventi, antiossidanti o oleosi.

Devi solo ungere i tappi sui pali e passare con cura il tampone del fazzoletto.

Si consiglia vivamente di farlo smontare il clarinetto, riporlo nella sua custodia dopo ogni utilizzo ed evitare di riporlo vicino a una fonte di calore o in una corrente d'aria. Teme i cambiamenti di temperatura.

Violino o violoncello

Pulisci il violino o il violoncello così come qualsiasi strumento musicale subito dopo l'uso.

È un obbligo.

Si consiglia un panno morbido inumidito leggermente con un prodotto a bassissima gradazione alcolica, quindi ben strizzato, sia sui fili che sulla vernice del violino o violoncello

avvertimento
Il violini e violoncelli non tollerano il caldo e il freddo, quindi evitate di riporli vicino a una fonte di calore o in un locale non riscaldato, sotto correnti d'aria dirette.

Chitarra

I prodotti a base di cera sulla chitarra e sul tavolo sono da evitare una chitarra !

Si consiglia di spruzzare una piccola quantità di smalto su chitarra sapone su un panno pulito e passarlo sullo strumento.

Una volta all'anno si puliscono le chiavi in ​​palissandro ed ebano (meglio togliere le corde) passando sopra un panno imbevuto di olio di limone o olio danese.

Lasciare agire il prodotto per qualche minuto.

Rimuovere l'eccesso strofinando delicatamente con un panno morbido e asciutto.

Copyright caroleparrish.com 2021